Logo Loading

Enter your keyword

Argantis

  • Animale

    Grifone

  • Colori

    Verde e Bianco

  • Motto

    Conquista e Domina

argantis-guardiano

Dominare significa non inginocchiarsi dinanzi al nemico… uomo o dio che sia, noi non lo faremo. La nostra fede è nella spada. La nostra fedeltà è nel trono.

Alarion Argantis

Esiste una legge, e non è quella della magia, quella divina, o quella meramente conquistata sul campo: è una legge che l’uomo ha scritto, che garantisce sicurezza e prosperità a chi la segue… morte e rovina a chi la contraddice.
La Casata Argantis è un ambiente di scelte difficili, in cui la storia passata si fonde col presente, in virtù proprio di quella legge che l’uomo scrive da se, e che da se decide come, quando e soprattutto su chi, far rispettare.
Non ci sono intenti buoni o malvagi, ma bensì scelte positive e negative, tutte volte ad un unico, irrevocabile scopo: il potere.
La linea di sangue Argantis racconta una storia antica e piena di ombre, che nel presente non vuole essere da meno: la supremazia sarà materiale, la sovranità riconosciuta, l’egemonia realtà di fatto e il potere tangibile. Il dominio, ineluttabile verità. Lo stendardo del Grifone si innalza su chi forgia le proprie regole sulla base del proprio potere, su chi discende da antiche tradizioni che raccontano la propria storia e scrivono il proprio futuro, su chi crede in un solo pensiero: il proprio.
Nobili, antichi sapienti, compagnie blasonate, rigidi accademici, ma anche chi è sorto dal nulla per regnare su tutto, tutti coloro che credono nella fedeltà, nell’ordine, nelle tradizioni, ma che non conoscono parole come libertà, pietà, compassione, si radunano attorno a questi precetti, facendo tremare il suolo.
Argantis non vuole tornare sui propri passi: il suo posto nell’Alto Consiglio contrassegna il suo pensiero verso la legge stabilita, e ciò sottolinea ancora di più come il titolo di Alto Guardiano sia una necessità da soddisfare.
L’Eco del Fondamento di Argantis porterà legge nel caos, fermezza nell’indecisione, la voce della verità nei cuori dei popoli liberi che hanno smarrito la strada.

La voce del padrone.
La voce del dominio.

INFO

Argantis è la prima Casata ad aggiungersi a Battle for Vilegis dall’inizio degli eventi, e presenta non poche novità nella sua gestione e nel suo operato. Molte di queste differenze riguarderanno una diversa gestione delle cariche dei Luogotenenti all’interno del campo stesso, delle risorse, e di diversi altri fattori che i giocatori (e i loro avversari) potranno scoprire in gioco.

Se stai cercando una sfida personale, la Casata Argantis è il posto giusto per te: non dovrai combattere solo i tuoi avversari, ma sopravvivere al complesso sistema di leggi e tradizioni che la Casata prescrive.

Difatti, al contrario delle altre Casate, il Guardiano Alarion Argantis non ha particolare cura nel difendere chi resta indietro, ma bensì alimenta una continua lotta per il potere all’interno delle fila, tutto con l’unico scopo di temprare e forgiare l’armata perfetta.

Argantis non è solo l’incarnazione del suo motto, “Conquista e domina”, ma uno stile di vita: difatti sono cavalieri e mercenari, autocrati e fondamentalisti, nobili e famiglie in cerca di potere, stoici eruditi e incantatori senza scrupoli a ingrossare le fila dell’armata del Grifone, che non guarda chi ha perso lungo il cammino, ma solo a chi arriverà in cima.

CASATA NEUTRALE

La Casata Argantis schiera durante la Battaglia per Vilegis in un formato completamente nuovo, sfruttando la sua politica di neutralità per creare temporanee e fruttuose collaborazioni con altre Casate senza formare legami e alleanze definitive.

Durante eventi come Guardian Keep, Echoes of War e Winter Keep il campo viene considerato al pari di tutti gli altri, avendo il proprio gioco e le proprie possibilità, talvolta anche con qualche carta in più rispetto alle altre Casate, avendo libertà di relazionarsi ed essere ago della bilancia politica.

Durante Battle for Vilegis potrà schierarsi di volta in volta al fianco di diverse Casate, e magari persino appoggiarne una con la quale punterà a vincere: sebbene questo non conferisca il titolo di Alto Guardiano a Argantis (ci può essere un solo Alto Guardiano!) gli assicura in ogni caso la possibilità di espandere l’eco del proprio Fondamento.

EXTRA

Uno dei punti di maggior differenza con le altre Casate riguarda un aspetto prettamente Out Game nella formazione del campo, difatti la Casata Argantis non è aperta a tutti come le altre, ma bisogna bensì organizzare il proprio ingresso, proponendo il proprio background per essere sicuri che sia inerente al particolare concept di fazione.
Puoi scegliere se avvicinarti alla Casata In Game o Out Game. E’ importante capire la differenza tra questi due metodi: In Game è per chi ha già una fazione, sa già dove montare la propria tenda IG e vuole giocare questa opportunità, per il passaggio effettivo all’evento seguente. La possibilità della mail è invece rivolta a chi intende effettuare questo spostamento tra un evento e l’altro (ed è messa per le ovvie ragioni logistiche che questo comporta), proprio come farebbe normalmente con qualsiasi altra Casata.
In questo Argantis rappresenta la grande differenza rispetto le altre fazioni: non saranno ammessi difatti gruppi o Personaggi singoli troppo discordanti col concept e il background generale della Casata e degli altri Personaggi Giocanti al suo interno.
Quindi, per info, domande, reclutamenti e altro, la mail da contattare è argantis@battleforvilegis.com!

VISTI DA...

brandis-small
Brandis

Non fatemi ridere… è facile combattere una guerra all’interno di calde tende da campo, una guerra fatta di battaglie combattute intorno a un tavolo, fatta di tattiche, strategie, mappe e parole. Ecco come funziona il gioco: loro danno gli ordini e si aspettano che qualcuno muoia.
Ma ascolta le mie parole: quando saremo lì fuori dovremo ricordare ai loro titoli nobiliari che i Re sono fatti per morire, e con loro chi la pensa allo stesso modo.

laco-smal
Lacoonte

Nessuno conoscerà mai un vero spreco di risorse fino a quando non incontrerà un Argantis. Cosa possono rappresentare feste, gioielli, terre e schiavi in un mondo dominato dal tempo? Ma questo i Grifoni non lo capiscono. Uno solo di loro lo intese, ma perse la rotta durante il cammino e si lascò dominare dal potere invece di usarlo per il giusto scopo. Peccato… per fortuna.

lynxia-small
Lynxia

Hanno in comune con noi molto più di quanto sembra. Il potere, i nobili natali, la propria legge, sono meri strumenti che vengono da tutti confusi come il fine. Noi però capiamo, noi però sappiamo: sono solo gradini di una scala che porta oltre quello che i normali aspirano.

martes-small
Martes

Prendi la spocchia dei Tori, la perfidia dei Draghi, dagli un braccio armato degno di Brandis, il senso di onnipotenza dei Laoconte, la convinzione d’esser nel giusto come Radiant, ed otterrai un dannato Argantis. Seppur al sicuro nelle loro prigioni dorate, devono stare sempre in guardia: più si vola in alto e più la caduta è grande. Semmai dovessi vederli nei tuoi confini, dai tutto alle fiamme piuttosto che lasciarle nelle loro adunche mani.

radiant-small
Radiant

A quanto pare un uomo può considerarsi nobile quando lo scopo della sua vita è quello di spezzare ideali e piegare popoli. Sta a noi della Fenice ricordargli che la vera nobilità risiede nel cuore e non nel sangue. Vogliono farci chinare la testa, incatenare le nostre ali? Uno dei due brucerà nel tentativo.

sol-small
Soldraconis

Un Grifone nasce per dominare, e nel suo sangue scorre quello dell’unico Re… forse per questo sono folli come lui, credendosi nobili tra i nobili. A sentir loro tutto gli appartiene per diritto di nascita….eppure noi sappiamo che quando uno stiletto infilza il cuore non importa quanto la sua lama sia lavorata o quante gemme sono incastonate sull’elsa… ma solo quanto l’arma sia affilata. Curiosamente, loro lo sanno altrettanto bene.

MOTTI E PROVERBI

Le radici di Lunia sono solide e profonde

Smettila di fare domande inutili.

É nato alla luce degli Argantis

Usato per definire una persona che farà parlare di sé.

É scuro sulla via per Lunia

Si prospettano tempi duri.

A comandare è la testa, non i piedi

Stai al tuo posto.